- L'ANGOLO DEL WEBMASTER

HOME


L'Angolo del Webmaster

a cura di Ermanno


Intervista

Venite a prendere un caffè da Luca

n. 41
5 giugno 2008
(data di pubblicazione sul sito)



il rito del caffè in un'opera ad olio su tela dell'artista canadese Janet Hill



Il caffè, per esser buono, deve essere nero come la notte, dolce come l’amore e caldo come l’inferno, diceva il rivoluzionario e filosofo russo Michail Bakunin (Tver', 30 maggio 1814 - Berna, 1 luglio 1876). Le prime notizie sul caffè risalgono addirittura al Cinquecento, sulle pagine di un libro del botanico tedesco Leonhard Rauwolf. Intorno alla metà del Seicento nacquero in Europa i primi circoli dove era possibile riunirsi per degustare questa particolare bevanda. Con il passare degli anni il caffè, inteso come luogo di ritrovo, è diventato sempre più un fenomeno sociale, un ambiente di aggregazione e per molti versi un modo con cui esprimere la propria appartenenza alla società stessa; tanto per fare un esempio il cinema francese della Nouvelle Vague, che ebbe tra i suoi esponenti cineasti del calibro di Jean-Luc Godard e François Truffaut, rappresentò i caffè parigini come spazi privilegiati per mettere in scena le conversazioni tra i personaggi, volutamente calati nel variegato ambiente metropolitano.
Ma come opera una moderna azienda di Torrefazione del caffè? E' per rispondere a questo e ad altri quesiti che nel presente numero de L’Angolo del Webmaster vi propongo una intervista esclusiva, realizzata dal sottoscritto e dal critico d'arte e redattore Walter Nicolosi, con una serie di domande poste a Luca Carbonelli, promotore del commercio su eBay dei prodotti del negozio di famiglia, la Torrefazione Caffè Carbonelli, la cui sede si trova a Melito di Napoli.


Signor Luca, la sua azienda opera nel settore della produzione, della lavorazione e della distribuzione di caffè da oltre venticinque anni. Ci può spiegare come nasce il caffè “made in Carbonelli”, quali sono le tecniche di lavorazione utilizzate e quali le proprietà che contraddistinguono le miscele da voi proposte?

La Torrefazione Carbonelli nasce nel 1981 quando, dopo una profonda esperienza maturata nel settore del caffè verde, il fondatore Pietro Carbonelli decide di dedicare tutta la propria passione e le proprie conoscenze alla creazione di nuove miscele personalizzate. Il fulcro di ogni cosa è la passione con la quale Pietro Carbonelli da sempre si approccia al caffè. Fedele alle antiche tecniche di lavorazione lenta e rigorosamente a legna, investe tutto in macchinari tradizionali, per poi aggiornarsi man mano, con l’avanzare della tecnologia. Con l’entrata in azienda del primogenito Luigi, attuale titolare della Torrefazione, si decide di puntare progressivamente al mercato europeo, e soprattutto su quella che da qualche anno è la nuova frontiera del caffè espresso, la cialda (pod) espresso. La Torrefazione Caffè Carbonelli produce cinque diverse miscele di caffè in grani: la miscela Arabica Extra (100% arabica), composta da una selezione delle migliori piantagioni di caffè arabica, che lascia il palato vellutato e permeato di un sublime aroma di caffè; la miscela Arabica Gold (85% arabica), composta dalle migliori piantagioni di caffè arabica e da una piccola percentuale di caffè robusta, che dà alla miscela un corpo leggermente più denso e cremoso; la miscela Napoli (70% arabica), composta anche questa da una accurata selezione di piantagioni di caffè arabica, mixate ad una più consistente quantità di caffè robusta, per coloro che amano un caffè che si presenta più deciso in tazza, e al palato; la miscela Santa Lucia (55% arabica), composta ancora dalla maggioranza di caffè arabica, ma che si sposa con diverse piantagioni di caffè robusta, che la rendono gradevole a chi preferisce un gusto più forte; la miscela Vesuvio (45% arabica), l’unica miscela composta dalla maggioranza di caffè robusta, e dalla minoranza di caffè arabica. Forte e decisa, la tazza di caffè lascia un retrogusto piacevole e costante sino a 45 minuti dalla degustazione.

Abbiamo appreso che lei si è fatto anche promotore della vendita sul Web attraverso il sito di aste online eBay. Come si è sviluppata l’idea di mettere in vetrina i vostri prodotti su Internet in quello che può essere definito un negozio virtuale?

L’approccio col commercio elettronico nasce quasi per gioco. Scommettendo che il nostro prodotto poteva essere acquistato in tutta la penisola, e soprattutto che sarebbe stato gradito da tutti i nostri futuri clienti. Man mano però arrivavano richieste dagli stessi primi clienti, che non trovavano più il prodotto online, e ci rendevamo conto che era il prodotto stesso, con la sua qualità, ad aver fidelizzato i clienti. Al che si è deciso di puntare su questo nuovo canale, il commercio elettronico. Su eBay.it, in breve tempo, siamo stati qualificati dallo stesso staff come migliori venditori della piattaforma, grazie al prodotto, e alla professionalità con la quale ci siamo approcciati, e costantemente mantenuti attivi, sulla piattaforma. Vi anticipo che da qui a poco sarà pronto online il nostro nuovo sito www.caffecarbonelli.it dedicato anche alla commercializzazione diretta dei nostri prodotti, con una veste grafica totalmente rinnovata, e delle importanti innovazioni.

Si ritiene soddisfatto dell’andamento industriale della sua azienda?

Assolutamente sì. L’azienda ha sempre dato il massimo a partire dalla fondazione, sino al presente, cercando di aggiornarsi costantemente, e rinnovando sempre la sua immagine, ma soprattutto riuscendo a mantenere un livello qualitativo standard, decisamente superiore al prodotto immesso sul mercato dalla maggior parte della concorrenza, che pur investendo ingenti somme, non riesce ad assestare il proprio prodotto su uno standard qualitativo ben definito, perdendo clienti nel tempo, e non riuscendo a fidelizzarne di nuovi.

Quali sono i suoi progetti più immediati?

Nel prossimo futuro la Torrefazione Caffè Carbonelli cambierà sede, allargando la propria struttura, appunto per aumentare il ciclo produttivo in base alle richieste del mercato, sempre crescenti.

Ha dei sogni da realizzare?

No. Personalmente non vivo di sogni, ma di obiettivi. E il primo è quello di portare il marchio Caffè Carbonelli in giro per il mondo, e ci stiamo avviando sulla giusta strada, essendo presenti già in quasi tutta Europa, per riuscire a trovare una costante collocazione.

Può rivelare a L’Angolo del Webmaster qual è il segreto per gustare un buon caffè?

Non credo vi siano segreti, basta sorseggiare lentamente una tazza di Caffè Carbonelli alle prime ore del mattino. Piuttosto è il caffè, quello giusto, il segreto per cominciare una buona giornata, vi accorgerete dal primo sorso di Caffè Carbonelli quale sia la differenza. Rivivrete in pochi, interminabili attimi, nella vostra mente, tutti i passi principali, dalla raccolta dei rami nelle migliori piantagioni al fuoco lento che arde mentre in forno si cuoce e prende vita la vera essenza del caffè.

Il Direttore


PAGINA PRECEDENTE

vai a Bibliografia di Walter Nicolosi

vai a Redattori L'Angolo del Webmaster

Ti è piaciuto questo numero? Scrivi un commento!

| HOME | CRITICA | RICONOSCIMENTI | ESPOSIZIONI | GALLERIA OPERE |

| SPECIALI | INTERVISTE | PUBBLICAZIONI | VIDEO | CONTATTI |

| L'ANGOLO DEL WEBMASTER | SCRIVI PER L'ANGOLO |

| A VELE SPIEGATE |

| SFONDI GRATIS PER DESKTOP | SITI CONSIGLIATI |

Firma e/o Leggi il nostro GUESTBOOK!

entra nel nostro FORUM