- Carola Serminato

HOME

CORRIERE dell'ARTE, articolo pubblicato sul n. 38 del 2 dicembre 2006

LE GIOIE DELLA VITA

Mostra personale di Franco Frassoni

Carola Serminato



CAMPAGNA DELL'ULSTER, olio su tela, cm. 40X50, 2005


Sabato 2 dicembre dalle ore 18.00, la Galleria Artincontri di Torino presenta la personale di Franco Frassoni, autore di marcata impronta realistica che, attraverso l'essenzialità e la semplicità della composizione, riesce a conferire alle sue opere coinvolgenti spunti naif.
In oltre trent'anni di carriera Franco Frassoni ha ricevuto numerosi riconoscimenti per la sua attività artistica, l'ultimo meno di un mese fa: lo scorso sabato 4 novembre, infatti, la Presidenza della Repubblica Italiana, in collaborazione con l'“Istituto Nazionale Cultura-Scienza-Arte” e il “Centro Culturale Socialità e Sviluppo”, gli ha conferito il “Premio Italia per la Cultura e la Comunicazione”.
Con i suoi lavori Frassoni propone, oltre ad un particolare ed eloquente stile artistico, un vero e proprio approccio espressivo-esistenziale nei confronti della vita e delle situazioni chiave che questa propone.
Un vago senso di solitudine viene enfatizzato da un profondo lavoro introspettivo - suggerito dai paesaggi solitari arricchiti da pochi, ma eloquenti, elementi narrativi - che porta alla riflessione sul rapporto Uomo/Natura e sul mondo naturale, inteso come elemento narrativo autonomo e non solo come comprimario scenografico.
Si avverte nella pittura di Franco Frassoni il desiderio di affrontare l'espressione figurativa legata alla realtà quotidiana, ma nello stesso tempo sospesa in una atmosfera di pacata idealizzazione dell'immagine. Giocando più sugli effetti cromatici che sull'impostazione strutturale, Franco Frassoni instaura un particolare dialogo con se stesso e con il mondo circostante, dando prova di sensibilità e di intuizione, soprattutto quando, istintivamente, si immerge nelle predilette vedute paesaggistiche, siano esse campestri o marine. Le figure umane - raramente presenti, ma quasi sempre suggerite da elementi architettonici interni al racconto visivo - proiettano su di sé, ansie e inquietudini e sottintendono quel metafisico senso di spaesamento che contrasta con l'apparente quiete della composizione.
Ciò che attrae della pittura di Franco Frassoni è il modo con cui usa il colore, sorprendente, per la sua nitida interiorità e per la sua precisione, chiarificatrice di emozioni. Netti contrasti cromatici suggeriscono le ombre dell'inconscio; le pennellate, pastose e intense producono un movimento interno ai quadri che suggerisce l'irruenza di sentimenti inespressi.
La tensione spirituale di Franco Frassoni, che dalla tela rimbalza fino ad arrivare allo spettatore, sembra che venga enfatizzata da un processo di sublimazione visiva in cui gli oggetti e le immagini della quotidianità richiamano l'attenzione sulla velata trama di connessioni simboliche che i suoi quadri propongono.


PAGINA PRECEDENTE

| HOME | CRITICA | RICONOSCIMENTI | ESPOSIZIONI | GALLERIA OPERE |

| SPECIALI | INTERVISTE | PUBBLICAZIONI | VIDEO | CONTATTI |

| L'ANGOLO DEL WEBMASTER | SCRIVI PER L'ANGOLO |

| A VELE SPIEGATE |

| SFONDI GRATIS PER DESKTOP | SITI CONSIGLIATI |

Firma e/o Leggi il nostro GUESTBOOK!

entra nel nostro FORUM