- REGGIO NELL'EMILIA

HOME



REGGIO NELL'EMILIA



avete capito dove ci troviamo?!



bravi, siamo di fronte al Teatro Romolo Valli in Piazza Martiri del 7 Luglio a Reggio nell'Emilia!


Le previsioni meteo per il giorno successivo non lasciavano presagire nulla di buono. Ma noi questo viaggio l’avevamo messo in cantiere già da un po’ e proprio non ci andava di rimandare, a costo di dover tenere gli ombrelli aperti per tutto il periodo della nostra permanenza in quel di Reggio nell’Emilia. Col senno di poi posso dire che abbiamo fatto bene. La giornata non è stata certo soleggiata, durante il tragitto in treno tra Piacenza e Parma pioveva copiosamente, ciononostante all’arrivo nella stazione di Reggio nell’Emilia il tempo era tutto sommato stabile, nuvoloso ma stabile. Bene così, eccoci percorrere rapidamente i portici e dirigerci verso il centro città. Nella piazza principale, Piazza Prampolini, nota anche come Piàsa Granda (Piazza Grande in reggiano), trovano posto il Duomo e il Municipio. Qui è inoltre possibile osservare il Palazzo del Monte dove è ubicata la Torre Civica con l’orologio, il Palazzo del Podestà, la Torre del Bordello attualmente sede di uffici comunali e la Statua del Crostolo che rimanda al nome dell’omonimo fiume che attraversa Reggio nell’Emilia. Arrivata l’ora di pranzo ci siamo diretti in Piazza Fontanesi, una ampia piazza ricca di tigli e circondata da portici su ambedue i lati, dove è possibile rifocillarsi in uno dei rari ristoranti aperti alla domenica (!), all’interno di un locale rustico caratterizzato da un arredamento piacevole, l’ideale per una sosta, tutto ciò senza rinunciare a rimanere nei paraggi di Piazza Prampolini. Soffermandosi un attimo sull’enogastronomia reggiana, i viandanti stanchi ed affamati non avranno difficoltà ad assaggiare i famosi cappelletti, i tortelli di zucca, il coniglio al ginepro, accompagnati magari da un buon bicchiere di lambrusco. Percorrendo la Strada del Broletto si arriva da Piazza Prampolini a Piazza San Prospero, nota anche come Piazza Piccola per via delle sue ridotte dimensioni, dove sorge l’omonima Basilica dotata di campanile ottagonale. In Piazza San Prospero si notano subito le sei statue di Leoni in marmo rosso… una foto accanto ad uno dei Leoni è praticamente d’obbligo anche per il viaggiatore meno attento! Per chi non lo sapesse i sei Leoni di Piazza San Prospero sono stati scolpiti dallo scultore reggiano Gaspare Bigi. Tra gli altri luoghi d’interesse devo assolutamente citare il Teatro Romolo Valli dove esordì un giovanissimo tenore chiamato Luciano Pavarotti, il Teatro Ariosto intitolato al poeta e drammaturgo Ludovico Ariosto, la Chiesa di Sant’Agostino, il Palazzo Ducale.
Va detto che il tricolore italiano quale bandiera nazionale nacque proprio a Reggio nell'Emilia il 7 gennaio 1797. Qualche nome di personaggi celebri che hanno dato lustro a questa città nel mondo? Pittori come Antonio Fontanesi e Rina Ferri, cantanti come Zucchero e Luciano Ligabue, scrittori come Raffaele Crovi e Pier Vittorio Tondelli. L'elenco sarebbe ancora lungo ma il consiglio è di venire a verificare di persona esattamente come noi abbiamo deciso di fare!



il Palazzo del Municipio in Piazza Prampolini a Reggio nell'Emilia



affresco raffigurante San Francesco d'Assisi


pag. 1 2 3 4

PAGINA SEGUENTE

PAGINA PRECEDENTE

| HOME | CRITICA | RICONOSCIMENTI | ESPOSIZIONI | GALLERIA OPERE |

| SPECIALI | INTERVISTE | PUBBLICAZIONI | VIDEO | CONTATTI |

| L'ANGOLO DEL WEBMASTER | SCRIVI PER L'ANGOLO |

| A VELE SPIEGATE |

| SFONDI GRATIS PER DESKTOP | SITI CONSIGLIATI |

Firma e/o Leggi il nostro GUESTBOOK!

entra nel nostro FORUM