- TORINO

HOME



TORINO


il Maestro Franco Frassoni ritratto nel suo studio di Torino



la scrivania del Maestro Franco Frassoni con alcuni dei riconoscimenti conseguiti


Capoluogo della regione Piemonte, Torino fu fondata dalla popolazione celto-ligure dei taurini, quindi divenne colonia romana con il nome di "Julia Augusta Taurinorum". Successivamente passò sotto il dominio dei bizantini, dei longobardi e infine dei franchi. Nelle mani dei Savoia a partire dal 1251, dopo un periodo di occupazione francese intorno alla metà del Cinquecento, nel 1562 Torino tornò nelle mani dei Savoia grazie ad Emanuele Filiberto che ne fece la capitale dello stato sabaudo. Al termine di una nuova parentesi di dominio francese sotto l’imperatore Napoleone Bonaparte, Torino tornò ancora ai Savoia nel 1815 prima di divenire, anche se per breve tempo, capitale del Regno d’Italia (1861-1864).
Sul finire dell’Ottocento, più precisamente nel 1899, la città assiste all’evento che segnerà indelebilmente la sua storia per tutto il secolo successivo. Nasce infatti la FIAT, industria automobilistica italiana che rivoluzionerà, in positivo e in negativo, il modo di pensare dei torinesi.
Città industriale, Torino ha mantenuto nel corso dei decenni un forte, per non dire eccessivo, legame con FIAT, legame questo che le ha permesso di godere di indubbi benefici durante i periodi di prosperità dell’azienda, ma anche di subirne l’innegabile declino accentuato dalla scomparsa di una figura carismatica qual’era l’Avvocato. Ripresasi almeno parzialmente da tali burrascosi eventi che ne hanno drasticamente minato l’integrità, ci si augura che FIAT possa rapidamente tornare agli antichi splendori giocando un ruolo fondamentale nella rinascita economico-industriale di Torino, città che avrebbe dovuto e potuto diversificare maggiormente il suo campo d’azione proponendo valide alternative indispensabili per garantirle una costante crescita in altri settori.
Sede delle Olimpiadi Invernali 2006 e di altre importanti iniziative culturali (il Premio Grinzane Cavour, la Fiera Internazionale d'Arte Contemporanea denominata "Artissima", il "Salone del Libro", la kermesse scientifica "Experimenta" solo per fare alcuni esempi), Torino ha voluto sottoporsi all'attenzione internazionale ben conscia di trovarsi di fronte ad una serie di coraggiose ma difficili prove che potranno ingigantirne o affossarne la popolarità. Uno spirito d'iniziativa e una propensione al rischio (calcolato, ma pur sempre esistente) che da qualche tempo parevano far difetto a questa città del Nord Italia, il cui obiettivo ultimo deve essere il tenere alto il suo nome in Europa e nel mondo.
Questa è la Torino laboriosa, creativa, determinata e pronta alle novità che vogliamo porre in risalto, perchè senza mai prendere dei rischi (beninteso, nei limiti della logica e delle proprie possibilità) si finisce per accumulare un gap sfavorevole che non è poi così facile da azzerare.




il Maestro Franco Frassoni nel suo studio di Torino accanto ad una sua opera


pag. 1 2 3 4 5 6

PAGINA SEGUENTE

PAGINA PRECEDENTE

| HOME | CRITICA | RICONOSCIMENTI | ESPOSIZIONI | GALLERIA OPERE |

| SPECIALI | INTERVISTE | PUBBLICAZIONI | VIDEO | CONTATTI |

| L'ANGOLO DEL WEBMASTER | SCRIVI PER L'ANGOLO |

| A VELE SPIEGATE |

| SFONDI GRATIS PER DESKTOP | SITI CONSIGLIATI |

Firma e/o Leggi il nostro GUESTBOOK!

entra nel nostro FORUM